about

Contatti

hello@sararadice.eu
+39 349 8095621
Vivo e lavoro a Milano
Per maggiori informazioni sul mio percorso professionale, dai un occhio al mio cv o guarda il mio profilo Linkedin.

Breve cv

Visual e interaction designer, dal 2007 mi occupo di consulenza per enti pubblici e soggetti privati, affiancando alla pratica professionale attività di ricerca nell’ambito del design per i beni culturali e attività di didattica.

Ho un dottorato di ricerca in design (2014), conseguito con lode presso il Politecnico di Milano con una tesi dal titolo “Designing for participation within cultural heritage. Participatory practices and audience engagement in heritage experiences processes”.

Dal 2015 collaboro con il gruppo di ricerca Digital Cultural Heritage di ICOM Italia (International Council of Museums), con cui ho lavorato al sondaggio nazionale relativo alla strategia web dei musei italiani e allo sviluppo di uno strumento pratico per affiancare le istituzioni culturali nella definizione del proprio orientamento strategico online.

Sono stata docente a contratto presso il Politecnico di Milano (A.A 2016-17), presso l’Università degli studi di Milano-Bicocca (A.A 2015-16) e presso l’Accademia di Belle Arti Europea dei Media (dal 2008 al 2016), dopo un’esperienza di alcuni anni come cultore della materia al Politecnico di Milano. Inoltre, ho insegnato nella scuola secondaria secondo grado, e insegno attualmente nella scuola secondaria di primo grado.

Dal 2014 lavoro al progetto museum&CO, di cui sono co-fondatrice: una realtà che si occupa di design e ricerca nel campo dei beni culturali, promuovendo nuove strategie di audience engagement anche attraverso l’utilizzo di metodologie di design partecipativo.

Tra il 2011 e il 2014 ho collaborato con il gruppo di ricerca Design for Cultural Heritage del Politecnico di Milano e sono stata research fellow presso il metaLAB at Harvard (A.A 2012-13), esperienze grazie alle quali ho partecipato a progetti di ricerca nazionali ed internazionali. Durante questo periodo, ho avuto la possibilità di frequentare i corsi Museum Exhibition Content Development e Introduction to Museum Studies presso l’Harvard University Extension School.

Dopo la laurea magistrale in Design conseguita con lode presso il Politecnico di Milano (2007) e un Master in Museografia, architettura e archeologia: progettazione strategica e gestione innovativa delle aree archeologiche (2008) presso l’Accademia Adrianea di Architettura e Archeologia Onlus, dal 2007 al 2011 ho collaborato con uno studio di progettazione a Milano, occupandomi di design dei servizi e della progettazione di spazi retail.

Seminari e conferenze

Le trame invisibili. Nuovi strumenti digitali per la valorizzazione degli archivi storici. L’esperienza del Centro Aspi – Archivio storico della psicologia italiana, seminario a cura della Struttura Istituti e Luoghi della cultura e Soprintendenza Beni librari di Regione Lombardia, 18 marzo 2016, Palazzo delle Stelline, Milano. Presentazione del contributo: Bollini Letizia e Radice Sara. 2016. “Il portale Aspi e i nuovi strumenti digitali per la data visualization”.

23rd ENCATC Annual Conference The Ecology of Culture: Community Engagement, Co-creation and Cross Fertilization, 21-23 ottobre 2015, Lecce. Presentazione del paper: Radice Sara. 2015. “The open archive: toward a framework for the design of virtual exhibition of archival contents enabling an effective audience engagement”.

Gli archivi come campo di sperimentazione di modelli di fruizione innovativi nell’era del digitale, seminario promosso da Aspi – Archivio storico della psicologia italiana, 26 febbraio 2015, Archivio di stato di Milano. Presentazione del contributo: Radice Sara. 2015. “Il mutamento dei pubblici contemporanei: visitatori, utenti, partecipanti”.

Le nuove tendenze della museologia. Contributi italiani al 37mo simposio internazionale ICOFOM, 17 luglio 2014, Studio Museo Francesco Messina, Milano. Presentazione del contributo: Radice Sara. 2014. “Design e pratiche partecipative per la fruizione del patrimonio culturale”.

37th ICOFOM International Symposium New trends in museology, 5-9 giugno 2014, Sorbonne, Paris. Presentazione del paper: Radice Sara. 2014. “Design and participatory practices enhancing the visitor experience of heritage”.

Spring Cumulus Conference What’s on: cultural diversity, social engagement and shifting education, 8-10 maggio 2014, Universitade de Aveiro. Presentazione del paper: Radice, Sara. 2014. “Community Engagement Within Museums: Designing Participatory Experience of Heritage”.

Penn GSE Screening Scholarship Media Festival, 24 febbraio 2013, Penn Graduate School of Education, Philadelphia, PA. Presentazione del contributo “The metaCATALOGUE and possible evolutions” a cura dei research fellows del metaLAB at Harvard.

The Re/theorisation of Heritage Studies, 5-8 giugno 2012, University of Gothenburg. Presentazione del paper: Lupo, Eleonora, Lucia Parrino, Sara Radice, Davide Spallazzo, e Raffaella Trocchianesi. 2012. “Heritage, migrations and multiculturalism. Towards a design perspective for museums”.

Spaces of (dis)location, 25-26 maggio 2012, University of Glasgow. Presentazione del poster: Radice, Sara. 2012. “Stories and history: the museum as a space of cultural interaction among peers, fostering multi/inter/trans-cultural practices in virtual and actual environments”.

Premi e riconoscimenti

– 2016. Il progetto museum&CO è stato selezionato per partecipare alla fase di incubazione del progetto iC-innovazioneCulturale, promosso da Fondazione Cariplo (con E.E. Giunta, L.Parrino e M.Riva).
– 2015. Il progetto Ark-IVE è stato selezionato tra le 20 migliori idee del progetto iC-innovazioneCulturale, promosso da Fondazione Cariplo (con M.Riva).
– 2013-14. Research fellowship di un anno accademico presso il metaLAB (at) Harvard.
– 2011-13. Borsa di studio per la durata del Dottorato di Ricerca (3 anni), Politecnico di Milano.
– 2011. Sono stata selezionata per partecipare al workshop progettuale “A ciascuno il suo passo” e premiata per lo sviluppo di un concept per un sito web dedicato alla fruizione inclusiva del patrimonio artistico roccioso della Valle Camonica, sito UNESCO Site n.94, finanziato da Fondazione Cariplo.
– 2014. Sono stata selezionata per partecipare al workshop progettuale “Metropolitain, Micropolitain” organizzato da European Architecture Student Assembly (EASA) e EXYZT, a La Condition Publique a Roubaix.
– Borsa di studio per il programa Erasmus, EINA-Centre Universitari de Disseny i Art de Barcelona (UAB-Universitad Autonoma de Barcelona), 2005.

2018. Sono stata membro della giuria tecnica di un workshop dedicato alla valorizzazione del patrimonio agroalimentare delle Alpi della Valtellina, organizzato da AlpLab nell’ambito del progetto Comunità che nutrono. Palazzo Andres Flematti, Chiuro (SO).
2015. Sono stata membro della giuria durante il BiblioHackDay. Villa di Breme Forno, Cinisello Balsamo (MI).

Pubblicazioni

Bollini, Letizia, Dario De Santis, Sara Radice, e Paola Zocchi. “Le trame invisibili. Nuove modalità di esplorazione online dell’Archivio storico della psicologia italiana.” Umanistica Digitale [Online], 1.1 (2017): n. pag. Web. 9 Oct. 2017. https://umanisticadigitale.unibo.it/article/view/7211/6983.

Radice, Sara. 2015. Designing for participation within cultural heritage: Participatory practices and audience engagement in heritage experience processes. Saarbrucken: LAP Lambert Academic Publishing.

Radice, Sara. 2015. “Design and participatory practices enhancing the visitor experience of heritage”. In ICOFOM Study Series 43a, a cura di Ann Davis e François Mairesse, 252-263. Paris: ICOFOM.

Radice, Sara. 2015. “The Open Archive: Toward a Framework for the Design of Virtual Exhibition of Archival Contents Enabling an Effective Audience Engagement”. In The Ecology of Culture: Community Engagement, Co-creation, Cross Fertilization, edited by ENCATC, 392-401. Brussels: ENCATC.

Radice, Sara. 2014. “Designing for Audience Participation within Museums: Operative Insights from the Exhibit ‘Everyday History’”. In The International Journal of the Inclusive Museum 6 (3): 77–84. Champaign, Illinois: Common Ground Publishing.

Lupo, Eleonora, Lucia Parrino, Sara Radice, Davide Spallazzo, e Raffaella Trocchianesi. 2014. “Migrations and Multiculturalism: A Design Approach for Cultural Institutions.” In Migrating Heritage Experiences of Cultural Networks and Cultural Dialogue in Europe, a cura di Perla Innocenti. 65-78. London: Ashgate.

Radice, Sara. 2014. “Community Engagement Within Museums: Designing Participatory Experience of Heritage”. In What’s On: Cumulus Spring Conference 2014, a cura di Teresa Franqueira and João Sampaio, 407-420. Aveiro: University of Aveiro.

Radice, Sara. 2013. “Patrimonio Culturale Digitale: Visitatori, Utenti, Partecipanti – Digital Cultural Heritage: Visitors, Users, Participants.” In Progetto e Memoria del Temporaneo – Design and Memory of the Ephemeral,a cura di Eleonora Lupo and Raffaella Trocchianesi, 69–82. Design & Cultural Heritage. Milano: Electa.

Radice, Sara. 2013 “Identificazione e documentazione dei maestri milanesi “endangered”. In Autentico Contemporaneo. Design e attivazione dei saperi tipici e maestri artigiani milanesi, a cura di Eleonora Lupo, 72-80. Milano: Maggioli Editore.

Radice, Sara, and Giulia Pils. 2012. “Museum color index. Trend cromatici nell’identità dei brand museali”. In Colore e colorimetria. Contributi multidisciplinari, a cura di Maurizio Rossi, 8:447–454. Milano: Maggioli Editore.

Radice, Sara. 2012. “Media Enhanced Curation of Heritage in Mixed Urban Environments. Design for Audience Participation between Actual and Virtual Spaces”. In Ecomuseum 2012, a cura di Sérgio Lira, Cristina Pinheiro, Peter Davis, Michelle Stefano, e Gerard Corsane, 311–317. Barcelos: Green Lines Institute for Sustainable Development.

Cappelli Alice, Alessia Chiapperino, Sara Radice. 2008. “Il progetto di identità visiva per i siti archeologici. Proposta di un’immagine coordinata per il parco archeologico di Selinunte.” In Aufklärung e Grand Tour. Ricerca e formazione per una museografia senza frontiere, cura di Giampaolo Celada, Carola Gentilini, e Carolina Martinelli, 317-335. Milano: Maggioli Editore.